Posted on Lascia un commento

OGGI POMERIGGIO APERTI.. E NON SOLO!

Buongiorno a tutti!
Oggi pomeriggio aperti ancora per gli ultimi regali di Natale… ma non solo!

Posted on Lascia un commento

Vita e musica: Fred Buscaglione

C’è un certo ritmo nell’aria oggi. Uccellini che cinguettano in perfetta sintonia con il fruscio delle foglie sugli alberi. Risate di bambini e lo scalpiccìo dei loro piedi in strada, alternati dal suono del pallone giocato… E’ giunta la primavera, e tutto in un certo senso è musica.
E se la musica è in te, non puoi fare a meno di parlarne, di esprimerne il ritmo, di volerla in te.

Ecco, in soldoni, chi era Fred Buscaglione: musica sin nelle viscere, ritmo, creatività e follia. A volte purtroppo talmente incontenibile da perdere la testa… e la vita. Ma comunque musica sin alla fine.

Niccolò Storai e Andrea Laprovitera è proprio questo che narrano, la vita di un uomo dedito a questa arte. La vita di Fred Buscaglione… E tutto in un fumetto!

CHE NOTTE QUELLA NOTTE
Fred Buscaglione – Una vita swing

Ecco la sinossi tratta dalla casa editrice Kappalab

fred-buscaglione-che-notte-quella-notte“La mamma di Ferdinando suona il piano per diletto e decide di iscrivere il figlio al conservatorio. Il figlio molla subito perchè la musica classica gli sta stretta, è troppo schematica per uno pieno di guizzi come lui. Preferisce esibirsi nei club e vivere la musica liberamente. È ancora un ragazzino ma suona già pianoforte, violino, contrabbasso, tromba ed  è il cantante jazz adolescente più conosciuto in città. Poi capita la seconda guerra mondiale, viene richiamato alle armi e imprigionato dagli americani ancora nemici: in questo frangente inizia a delinearsi il Fred col cappello a falde larghe e il doppio petto gessato. Ferdinando di Torino si fa crescere i baffi e diventa Fred, il dritto di Chicago, quello che fa a botte, sciupa le femmine, fuma sigarette e beve come la splendida Ford Thunderbird che lo vedrà finire troppo presto una vita fatta di concerti e nottate a tirartardi.

Andrea Laprovitera e Niccolò Storai ritrovano in questa graphic novel il clima, le aspirazioni e le speranze di una stagione non solo musicale. Ricordi fluttuanti di un artista irrequieto, spesso scontento, assetato di libertà, sullo sfondo di una guerra ormai in via di conclusione. Per capire come eravamo quando i dischi costavano ancora poche decine di vecchie Lire.

Con la prefazione di Nina Zilli e i contributi di Luca Bertelè, Marco Bianchini, Lelio Bonaccorso, Cristian di Clemente, Massimo Giacon, Ale Giorgini, Stefano Landini, Gianmaria Liani, Christian G. Marra, Denis Medri, Mabel Morri, Riccardo Pieruccini, Gigi Piras, Roberto Recchioni, Luca Russo, Alessandro Staffa, Iacopo Vecchio e Antonio “Sualzo” Vincenti.”

Questo slideshow richiede JavaScript.

Posted on Lascia un commento

Fashion Beast… A bocca aperta

Non succede nulla.
Tutto rimane sospeso, anche la presentazione dei protagonisti rimane sospesa.

È semplicemente incredibile.

Fashion Beast CoverQueste sono le prime frasi che mi sono venute in mente dopo aver concluso la lettura del primo numero di Fashion Beast. Un capolavoro scritto dal miglior Alan Moore anni ’80, rivisitato da Malcolm McLaren e Antony Johnston… ma con la benedizione e la completa approvazione del primo!
Da questo primo volume si intuisce il richiamo alla più celebre fiaba La Bella e la Bestia, in cui i protagonisti sono un travestito (la Bella) e uno stilista di moda sfigurato (la Bestia). O almeno così si suppone.

È surreale e bizzarro, lascia turbati e allo stesso tempo attoniti.
Chiusa la quarta di copertina ho provato quasi disagio per l’antinomia nata dentro di me:  una parte di me storcere il naso chiedendosi “Tutto qui?” e contemporaneamente il mio Io (o forse meglio il mio Es) esaltarsi e gridare “Fantastico!”.

Come sopra accennato, non posso raccontarvi molto, perché non c’è molto da raccontare.
È forse un giallo, una storia d’amore? O forse un horror? Tutto si deve ancora rivelare.
Sicuramente è un capolavoro. … Almeno per me!

Difficilmente mi sono ritrovata a parlare con tale entusiasmo di un’opera. Ma qui è inevitabile.
I dialoghi sono avvincenti e donano ritmo e interesse a questo tutto/niente.
I disegni sono pura magnificienza, non si possono definire altrimenti: i colori, la luce, la tecnica di questo artista cooperano in modo eccellente allo svolgimento della narrazione.
Come spiegare per una come me che a livello tecnico non sa nulla di disegno?
Ogni personaggio prende vita dalla cura che l’artista mette nel più piccolo dettaglio, assume un carattere e dona indizi che il testo non dà. L’originalità di ogni protagonista è peculiare, sono tutti unici e acuiscono ancor di più la suspance per l’intrigo narrato…. Facundo Percio è “praticamente perfetto sotto ogni aspetto“, insomma.

Beh, se non vi ho convinto a provare… Allora non so dove altro possiate trovare altrettanta qualità!

L’Annina

Questo slideshow richiede JavaScript.

Posted on Lascia un commento

“Il Morto” al Tau Beta grazie a Paolo Telloli

Buongiorno a tutti!
Ecco l’ultimo articolo dedicato all’evento… mmmh … diciamo il penultimo, và!

Comunque,  sabato alla Festa del Tau Beta potrete trovare vari albi e speciali spin off della serie Il Morto, una storia che sta avendo sempre più successo, sia in edicola sia in fumetteria.
E questo grazie anche all’impegno e alla dedizione di Paolo Telloli, nostro storico abbonato e amico, nonché fumettista ed oggi editore affermato.
Inizia l’attività di fumettista nei primi anni Settanta realizzando fumetti per le testate della Casa Editrice Univers, mentre per la Edifumetto realizza molte storie a fumetti su diverse testate (Il Vampiro, I Sanguinari, Fanta Horror, Cronaca Nera). Dal 1980 si dedica alla pubblicità collaborando con grandi agenzie pubblicitarie e cinematografiche, trovando purtroppo sempre meno tempo per disegnare fumetti. In compenso, nel suo studio si formano disegnatori e sceneggiatori, divenuti poi collaboratori di importanti case editrici.
Proprio da questo luogo nasceranno inoltre progetti interessanti, tra cui “Ink”, rivista critica sul fumetto e la serie “Il Morto”, un fumetto “nero come la notte e cattivo come un serial killer”.
Probabilmente Paolo non disegnerà, ma sarà lieto di partecipare alla nostra festa e di parlare e confrontarsi con giovani sceneggiatori e illustratori per collaborare ai progetti della Menhir Edizioni.

Per quanto riguarda il fumetto Il Morto, ecco cosa posso riportarvi:

Nato sulle pagine del numero 31 di Ink, nel maggio 2010 la creatura di Ruvo Giovacca ed Ermete Librato diventa la nostra prima produzione ad essere distribuita nelle edicole.
“Non so chi sono, né chi ero o chi sono stato. So solo che da tempo sono morto. Da troppo tempo giaccio in questo triste luogo dove il silenzio viene continuamente rotto da singhiozzi e pianti. Dasussurri, grida e risate isteriche“.
Così la voce fuori-campo di Peg, il protagonista, apre il primo numero de Il Morto, nuova serie di “nero a fumetti” diffusa dal maggio 2010 da Menhir Edizioni.La storia di un uomo senza memoria del suo passato e senza identità, solo uno strano nome con cui viene chiamato da tutti, Peg. È rinchiuso in un ospedale psichiatrico, sottoposto ad elettroshock, circondato da veri psicopatici. Finché finalmente la notte di Halloween riesce a fuggire, vestito con un costume scheletrico che ruba al primario della clinica. Da qui comincia la sua ricerca della verità: chi è Peg, da dove viene, e soprattutto chi l’ha fatto internare e torturare?

L’Annina

Posted on Lascia un commento

La prima checklist di marzo..

Appena tornata da Roma Comics & Games,
eccomi subisto a smistare le novità arrivate questa settimana… Ma prima la checklist!

Star Comics

  • Claymore n.22
  • Fate Stay night n. 15
  • Gamaran n. 13
  • Ge Good Ending n. 1
  • Lunar legend Tsukihime n. 7
  • Rinne n. 11
  • SA Special n. 3

Edizioni Flashbook

Panini Comics

Panini Comics / Marvel

Panini Comics / Planet manga

  • Angel heart 2° stagione n. 4
  • Gundam 0079 n. 21
  • Il giorno prima dell’estate n. 2
  • Tiger & Bunny n. 1 (Promo a € 1,00)
Posted on Lascia un commento

Nuovi manga, nuove opinioni

Era un po’ che non leggevo manga, almeno le novità. Beh, finalmente mi son decisa e ne ho letti ben due.E con mia grande sorpresa finalmente si apre uno spiraglio anche per me. Ecco cosa ho letto e cosa ne penso.

Il giorno prima dell’estate n. 1
giorno prima dell'estateSotto un sole cocente Tetsuo, studente al quarto anno di un’università d’arte, sta dipingendo su tela. Un’elegante donna in kimono gli offre un po’ d’ombra. Si chiama Akira Aizawa e gestisce una galleria. La loro relazione inizia all’improvviso, rovesciando il mondo di Tetsuo. Akira per lui rappresenta una gioia terrena, o è un tramite per il mondo ideale dell’arte? Motoi Yoshida, già autrice di Koi Kaze, ci racconta il susseguirsi delle stagioni, alternando visioni bucoliche a momenti di infuocata passione.

Un fumetto adulto. Non tanto per le scene di sesso presenti (mai volgari) o la malizia insita nel rapporto tra il protagonista e Akira, quanto per la poesia che ogni vignetta emana e i profondi momenti di introspezione di Tetsuo… che lo rendono uno dei ragazzi più affascinanti mai conosciuti, almeno nei fumetti!La storia d’amore scorre parallela alla crescita individuale del ragazzo, alla sua apertura verso il mondo “terreno”, alla presa di coscienza di sé e delle sue capacità.
Il tutto però narrato con umorismo, gag divertenti e dolcissime … e accompagnato da un disegno meritevole di attenzione e caratterizzato da un uso esclusivo del tratteggio a mano senza retini e da una forte capacità espressiva in ogni figura e scena disegnata. Beh, mi sa che mi abbonerò a questo manga…

Yawara! n. 1
Yawara1Dopo Happy!, MONSTER, 20th Century Boys, PLUTO, e la raccolta di storie brevi Naoki Urasawa: gli esordi, è il momento di Yawara!. Yawara, la protagonista, è combattuta tra la passione per il judo e il desiderio di godersi la sua giovinezza, innamorarsi e vivere come tutte le studentesse della sua età.Cosa farà?

Beh, qui si gioca anche sui sentimenti nostalgici di chi, come me, ha visto l’anime (purtroppo interrotto) negli anni ’80. Si intitolava “Jenny, la ragazza del Judo”…. come passano gli anni!!…
Ma a parte questo, Yawara è una delle prime opere del grande Urasawa e sin dal primo volume si riscontra la sua grande abilità nel dare una personalità a ogni personaggio e nel creare un attaccamento quasi subitaneo tra il lettore e i protagonisti della storia.
Certo, il disegno non è curato e preciso come nelle opere mature, ma il suo tratto è inconfondibile.
Questo manga potrà piacere a chiunque piacciano le storie d’amore frastagliate da gag comiche e fraintendimenti, oltre che dal più classico elemento degli anni ’80:  lo sport  e la dicotomia tra vita privata e senso del dovere.
Unico difetto? Formato e prezzo Panini…
Formato perché piccolo e pesante, ma soprattutto di difficoltosa lettura (a meno che uno non abbiate intenzione di aprire il fumetto fino a deformarlo). Il prezzo perché 7 euro per quel super-pesante francobollo mi sembra eccessivo!!! E’ vero che noi facciamo un po’ di sconto agli abbonati, ma saranno pur sempre 29 uscite, fate i conti!

Posted on Lascia un commento

Prima di smistare… Le novità!

Come detto nel titolo, prima di cominciare a spuntare e smistare, vi comunico ciò che è arrivato:

Star Comics

Panini Comics

  • Bibliotheca mystica di Danthalian n. 2
  • Darkness buio totale
  • Dead friend’s love  letter
  • Fantastici Quattro n. 341
  • Fushigi Yugi special n. 11
  • Gantz n. 34
  • Garouden n. 7
  • Gosick n. 8
  • Hallelujah Overdrive n. 7
  • Hikaru no go n. 3
  • Marvel collection n. 25 (Dr. Strange n. 1)
  • Marvel gold – Infinity War
  • Marvel Icon n. 12 (Capitan America C.o.r.p.s.)
  • Panini Comics mix n. 37 (Gears of war n. 9)
  • Silver Spoon n. 3
  • Star Wars . 6
  • Streets of glory
  • Vampire Knight deluxe n. 16
  • World of Warcraft n. 4
  • X-Men deluxe presenta n. 215 (Gli stupefacenti X-Men)
Posted on Lascia un commento

Riletture: Sky Doll

SkyDoll-DecadeNonostante fossi già in possesso dei 3 volumi editi da Vittorio Pavesio, bramavo da mesi la nuova ristampa di Bao Publishing di Sky Doll… E finalmente ne sono entrata in possesso!
Questa edizione è pregevole, un cartonato ben rilegato, impaginatura perfetta e contenuti extra interessanti, in particolare l’introduzione scritta dai due italianissimi autori: Barbucci e Canepa.

Ma è la graphic novel a colpire al cuore a ogni sua rilettura, anche se sono perfettamente consapevole che sia tanto facile ammirarla quanto sia complesso sciverne.
Facile perché è, obiettivamente, un capolavoro.
Complesso perché, nonostante l’apparenza data dai disegni morbidi e dalla nuance dei colori, questo racconto è tutt’altro che “una letura leggera”. Direi che l’introduzione degli stessi autori possa esemplificare al meglio cosa intendo:

Al mondo ci sono due grandi multinazionali con un apparente obiettivo comune: la manipolazione delle masse a scopo di lucro. Una di esse è la Walt Disney Company. L’altra, altrettanto e forse ancora più celebre, è la Chiesa Cattolica“.

Barbucci e Canepa narrano del viaggio di Noa, una bambola alla ricerca della libertà e della propria individualità. Sullo sfondo di questa avventura però, spicca un’aspra critica contro il potere della Chiesa, insita fino al midollo anche nella vita politica, e contro l’ipocrisia e la perdita di ogni spiritualità da parte della stessa.
Il marketing, la pubblicità e la manipolazione delle masse grazie al mezzo televisivo sono protagoniste del governo teocratico instauratosi nell’universo ideato dai due autori. Le persone che lo popolano sono completamente assoggettate e ipnotizzate da questo potere e anche coloro che sembrano combatterlo per un’ideale apparentemente più spirituale e puro, alla fine sono vittime loro stesse di un inganno mediatico.
L’assurdità di questo mondo viene ben esplicitata puntando tutto sulla dicotomia tra sensualità e purezza, senza però mai decadere nella volgarità.

La narrazione è spigliata, fresca e pungente. Vi è un ottimo equilibrio nell’alternanza tra momenti di introspezione e quelli di pura avventura, uniti entrambi da un fine umorismo e dalla forte espressività dei singoli personaggi, sia verbale che grafica.

Insomma, come avrete capito è una lettura che consiglio a chiunque, eccetto coloro che hanno una visione chiusa e preimpostata della religione e della Chiesa come istituzioni. Alcuni di essi hanno già tacciato in precedenza questo Fumetto di blasfemia…

Attenzione però: chi deciderà di acquistarlo deve sapere che non è concluso, mancano ancora due volumi… E ci vorrà tanta pazienza per vederne la loro pubblicazione, dato che Barbucci e Canepa si sono buttati su nuovi progetti (tra cui END è il più recente), procastinando la conclusione di Sky Doll.

Non posso fare a meno di concludere l’articolo con alcune parole uscite dalla bocca di Noa, le mie preferite, sperando che già queste possano ispirare qualcuno alla lettura:

Sai… sono consapevole che noi bambole siamo state create per gli scopi più biechi. Forse poter dimenticare quello che facciamo dovrebbe essere considerato una fortuna… Ma in fondo i ricordi sono l’unica cosa che ci rende diverse le une dalle altre. Quando sarò riuscita a metterne insieme abbastanza, mi sembrerà di vivere davvero“.

L’Annina

Posted on Lascia un commento

E finalmente la checklist!

Con qualche giorno di ritardo causa neve….
Finalmente sono arrivate le novità Panini, Star & Co.  A voi ciò che è uscito!

Grifo Edizioni

  • Vincent & Van gogh n. 2

 

Star Comics

  • Bloody Monday II serie n. 5
  • Full swing n. 3
  • Law n. 6
  • Magi n. 9
  • Mieru Hito n. 5
  • Monk! n. 5
  • Oresama teacher n. 1
  • Toriko n. 7

 

Panini Comics

  • Avengers n. 11
  • AVX n. 4
  • AVX Versus n. 2
  • Blue exorcist n. 9
  • Code breaker n. 18
  • Enigma n. 2
  • Gli incredibili X-Men n. 272
  • Haunt (100% Marvel)
  • Il giorno prima dell’estate n. 1
  • Iron man & Avengers n. 59
  • Kira Kira n. 2
  • L’uomo tigre n. 2
  • Le nostre tracce nel tempo n. 2
  • Liar Lily n. 6
  • Occhi di gatto n. 4
  • Spawn n. 123
  • Spider-man n. 591
  • Star Wars The old republic n. 2
  • Thor & new avengers n. 167

 

Posted on Lascia un commento

Festa Tau Beta: gli ospiti

Buongiorno a tutti!
Purtroppo come previsto la onsegna delle novità ieri è rimasta bloccata tra la neve, ma speriamo che oggi arrivi tutto.

Nel frattempo, ci tengo a ricordarvi una cosa per me molto importante…

LA FESTA DEL TAU BETA!

Proprio per questo, e per incuriosirvi un po’ di più… un piccolo accenno sugli ospiti presenti, in attesa di dedicare a ciascuno di loro un articolo più completo:

  • Luca Enoch
    Autore e sceneggiatore ormai affermato a livello internazionale,  ha esordito come illustratore e grafico… fino alla sua partecipazione alla testata  “L’Intrepido”, dove ha l’opportunità di realizzare il suo primo personaggio:  “Sprayliz“.
    Approdato in seguito alla Sergio Bonelli Editore, dà vita a storie e personaggi quali “GEA” e “Lilith” , collabora ad alcuni numeri di “Legs Weaver” e segue altri progetti al di fuori di questa grande casa editrice. Pubblica la saga tecno-fantasy di “Morgana”, scritta insieme a Mario Alberti, scrive la rubrica aperiodica “Amarcord” sul sito ComicUS.it,  illustra “Il drago di Ghiaccio” di George R. R. Martin (Mondadori)…
    Fino ad arrivare agli ultimi mesi del 2012, quando per Rizzoli/Lizard pubblica “La Banda Stern“, la storia del piccolo gruppo paramilitare che operava clandestinamente nella Palestina del mandato britannico, prima della nascita dello Stato di Israele. E nel 2013? Beh, un progetto è già ufficiale: la pubblicazione della serie “Dragonero” per Sergio Bonelli Editore, nata dopo il successo del romanzo a fumetti già edito, sempre in collaborazione con Stefano Vietti.
  • Roberta Ingranata
    Locandina evento Tau Beta
    by Roberta Ingranata

    Prima di tutto giovane, umile (forse fin troppo) e soprattutto… di talento!
    Qualche notizia su di lei. Nel 2008 inizia a collaborare con l’azienda Grafica GFB EDIT come colorista, lavorando su testate quali Tex di Repubblica, Zagor e Diabolik.
    Dal 2009 insegna alla Scuola di Fumetto di Milano come assistente a Silvestro Nicolaci e comincia a collaborare come Storybordista e Cleanappista.
    La sua prima pubblicazione “ufficiale” arriva nel 2011, con “Bloodymilla“, un fumetto di Barbara Baraldi, e da qui continua con diverse collaborazioni… fino ad arrivare a pochi mesi fa. A cavallo infatti tra il  2012 e il 2013 inizia a lavorare per la Star Comics, in collaborazione con Elena Cesana, per il quinto volume di “Davvero” di Paola Barbato. Uscita prevista per Luglio 2013.

  • Cristina Giorgilli
    Monzese DOC, simpatica, neo mamma… è stata la prima ad aderire con entusiasmo al nostro evento! Ecco chi è.  Nel 2000 ha iniziato a collaborare con Disney, inchiostrando tanto per periodici come “Topolino” e “PK”, quanto per cartoni animati del Disney Channel quali “Kim Possible”, “Handy Manny”, e “Jungle Junction”. Altro progetto importante? “Monster Allergy” (a me piace un sacco!).
    Negli ultimi 2 anni ha avuto la possibilità di inchiostrare le graphic novel di “The Princess and the Fro”g e di “Rapunzel”, edite da Disney, ma ha anche “X-Campus” e “Young Doctor Strange” (Panini-Marvel).
    Oltre a tutte queste importanti collaborazioni, per me rilevante è la sua partecipazione al collettivo Dr. Ink, un fantastico gruppo di autori e disegnatori che hanno dato vita a progetti quali “Deus ex Libro” (che presenterà qui in negozio durante la festa) e “Come crescere un robottone felice ed evitare di distruggere il mondo“.
  • Paolo Telloli
    Storico abbonato della nostra fumetteria, amico, fumettista.
    Inizia l’attività di fumettista nei primi anni Settanta realizzando fumetti per le testate della Casa Editrice Universo. Collabora contemporaneamente con la Edifumetto realizzando molte storie a fumetti su diverse testate (Il Vampiro, I Sanguinari, Fanta Horror, Cronaca Nera). Dal 1980 si dedica alla pubblicità collaborando con grandi agenzie pubblicitarie e cinematografiche (come J. Walter Thompson, Bozzetto Film e Film ’77) realizzando storyboard e layout. Sempre più impegnato nella grafica pubblicitaria trova poco tempo per disegnare fumetti, ma nel suo studio si formano disegnatori e sceneggiatori che cominciano a collaborare con le più importanti case editrici.
    Proprio da qui nascono progetti interessanti, tra cui “Ink”, rivista critica sul fumetto e, più recentemente, la serie “Il Morto”, un fumetto “nero come la notte e cattivo come un serial killer”.
    Probabilmente Paolo non disegnerà, ma sarà lieto di partecipare alla nostra festa e di parlare e confrontarsi con giovani sceneggiatori e illustratori per collaborare ai progetti della Menhir Edizioni.

Più avanti daremo maggiori informazioni sui volumi che verranno presentati e sul programma dell’evento.
Nel frattempo….
Io e Giovanni ringraziamo calorosamente singolo ospite e soprattutto la loro disponibilità a partecipare alle mie folli idee e a un evento per noi così importante, ovvero il traguardo del 18° anniversario dalla fondazione del Tau Beta.

L’Annina

P.s. per chi legge fino in fondo i miei articoli.. un piccolo spoiler: probabilmente parteciperanno all’evento anche altri due artisti a cui sono particolarmente affezionata: Lola Airaghi e… Massimiliano Frezzato.
Se disegneranno o semplicemente festeggeranno con noi ancora non so dirvelo…. Intanto io sarò felice già solo della loro presenza! 🙂