Ciao a tutti, scusate l’ora tarda ma avevo altri “compiti” da svolgere più urgenti … causa mici esigenti! ;P
Comunque, ecco a voi le numerose uscite di questa settimana:

  • Bonelli
    – Speciale Nathan Never n. 22
    – Brendon n. 82
  • GP Publishing:
    – Rain n. 5
    – Rental Magica n. 5
    – Kingdom n. 7
    – Chrome shelled regios: missing
    – Misora class n. 2
    – Ninja girls n. 9
  • Star Comics:
    – Ghost in the shell stand alone complex n. 2
    – Love begins n. 6
    – Switch girl n. 11
    – Needless n. 10
    – Avventure di JoJo: diamond n. 7
    – Dragonball evergreen edition n. 3
    – Grande sogno di Maya n. 47
    – Kepher n. 2
  • GOEN:
    – Yoichi n.10
    – The Saint Comes at Midnight n. 3
  • Ronin Manga
    – Kure Nai n.1
    – Ashita Dorobo n. 1
  • BAO Publishing
    – Ladolescenza
  • Planet Manga
    – Black Butler n. 9
    – Bleach manga gold n. 33 (disponibile anche in versione Deluxe)
    – Gate7 n. 2
    – Il principe del tennis n. 19
    – Il professor Lyton e i misteri buffi n. 1
    – Kaori Yuki Presenta 21: Orchestre Royal Des Guignols n. 5
    – Knights of Sidonia n. 3
    – La luce della luna n. 9
    – Bugie d’amore n. 6
    – Noritaka n. 11
    – Piece n. 6
    – Samurai deeper Kyo n. 17
    – White haired devil n. 2
  • Marvel
    – Marvel icons n. 4
    – Carnage faida di famiglia
    – Chaos war n. 2
    – Deadpool n. 7
    – Deadpool Pulp
    – Spider man n. 572
    – Spider man e la saga del clone e altre storie n. 3
    – Wolverine n. 264
  • Panini Comics
    – Gipsy + Rapaci Pack
    – Halo n. 3
    – Powers: identità segreta n. 11
    – Star wars: Eredità n. 2
    – The complete Peanuts 1977/1978

Dato che questa sarà l’ultima settimana di uscite per il 2011, in attesa di postare gli arrivi in fumetteria, comincio a riportarvi le prime novità del 2012… partendo da GP Publishing. Ho suddiviso GP Comics e GP Manga:

 

GP Comics

  • Witch & Wizard
    Whit e Wisty, un fratello e una sorella, una vita normale… Almeno fino a che l’avvento dell’oppressiovo regiem del Nuovo Ordine non ha messo al bando ogni tipo di magia, alla stregua del più efferato dei reati. Già… perché la vita dei due fratelli era sì tranquilla ma illuminata dalla luce dei loro poteri arcani, gli stessi poteri che ora li trasformano in pericolosi criminali da rinchiudere o addirittura da eliminare. Per sfuggire a questo triste destino non resta loro che infiltrarsi nel territorio nemico e prendere il controllo del reame intra-dimensionale di Shadowland.
    Dalla penna del vate della letteratura americana contemporanea, James Patterson, finalmente anche in Italia il graphic novel che ha rivoluzionato il modo di intendere il fantasy!

 

  • Sogni
    Assunta come istitutrice del piccolo e geniale Vernère, Coraline passa i suoi giorni cercando di non impazzire dalla noia nella stravagante villa del suo ricchissimo datore di lavoro. Ma ogni volta che si addormenta viene catapultata in bizzarri scenari onirici in cui tutto sembra portarla ad affrontare situazioni assurde quanto…”compromettenti”! La penna irriverente di Denis-Pierre Filippi accende l’immenso talento pittorico di Terry Dodson – già noto al pubblico italiano per aver lavorato con autori come Kevin Smith e Mark Millar su personaggi storici del fumetto americano come X-men e Spider-man – che tratteggia una pin-up tanto elegante quanto “piccante”. il suono dalle pagine che si sfogliano sarà d’eco al frusciare di merletti e di cuciture birichine sul punto di cedere…

 

 

GP Manga

 

  • I ragazzi di Hori High School
    Ogni scuola è diversa…Ci sono quelle rinomate per i professori più coinvolgenti e dotati, quelle note per la disciplina impartita o per le immangiabili pietanze servite a mensa. Poi ci sono quelle famose per gli alunni, per le loro follie e per le loro bizzarre avventure. L’Hori High è una di queste, visto che è frequentata dagli Hanemono, degli scansafatiche che sembrano non avere nulla in mente se non le fanfaronate tra amici e le ragazze. Fra di loro si distingue Hayato, con suo bizzarro taglio di capelli e le sue avventure romantiche.
  • Luck Stealer
    Yuseiè bello, alto e appariscente. Eppure non è tanto per queste qualità che lo si nota, quanto per la sua indifferenza, la freddezza di chi nasconde qualcosa di terribile. Già, perché Yusei è davvero pericoloso… basta un tocco della sua mano e si è destinati a morire in uno sfortunato incidente! Yusei è un ladro capace di rubare tutta la fortuna delle sue vittime, un assassino che colpisce con chirurgica precisione, senza lasciare alcuna traccia. Uno dei manga più enigmatici e stravaganti degli ultimi anni!
  • Crimson Empire
    Sheila è una cameriera perfetta… Serve il suo padrone in tutto e per tutto! Per il principe Edward, infatti, è disposta a pulire e rassettare, prevenire ogni suo desiderio e occuparsi di tutti i problemi che potrebbero angustiarlo. È addiritura disposta a diventare la sua guardia del corpo, se ce ne fosse bisogno… In compenso, quando non lavora, è davvero incapace: scorbutica e asociale, non sa cosa siano l’amicizia e l’amore. Ora però avrà bisogno di tutto il suo charme, visto che per permettere al principe di salire sul trono dovrà affrontare la più dura delle “battaglie sociali”! Signori e Signore, il nuovo manga di QuinRose disegnato dalla talentuosa Hazuka Futaba!
  • Number
    Voler essere i migliori nel proprio campo è una giusta ambizione, un istinto a primeggiare che mette in moto una sana competizione… Ma quando il tuo mestiere è uccidere la gente, e voler emergere significa “occuparti” di tutti i tuoi aversari… Beh, tutto cambia!
    Toneriko è un assassino, ed è fra i dieci migliori del mondo, che si riuniscono nell’associazione Thanatos. Ma questa Top Ten occupa solo il quinto posto… Se ci mettete poi che un oscuro desideriodi vendetta lo lega all’attuale Number 1, qualcosa deve drasticamente cambiare! Finalmente approdano nrl nostro Paese le splendide tavole di Kawori Tsubaki, per un manga tutto azione in cui il sangue richiama altro sangue!
  • Sailor moon Short stories
    Credete di aver letto tutte le avventure di Usagi e delle Guerriere Sailor? Sbagliato!
    Naoko Takeuchi ci regala altre piccole perle per non smettere di fantasticare assieme alle nostre beniamine. Piccole storie che come un gioiello ritrovato o un cioccolatino nel freddo dell’inverno ci scalderanno il cuore col sapore del ricordo.
    Dal diario segreto di Chibiusa alle vicende scolastiche di Ami e Mako, fino al mistero dell’Hammer Price Hall, sei racconti bijoux per poter continuare a sognare!

 

 

Oggi mi trovo a recensire un capolavoro di Miguelanxo Prado. È da un po’ che non scrivo su fumetti d’autore, ne ho letti alcuni, ma avendo scelto questo tra tutti (per ora), sapevo che la recensione di Segno di gesso avrebbe richiesto la dovuta calma e attenzione.

Questa storia parla di un sentimento composto da sensazioni, pensieri e sentimenti di singole persone, tutte parimenti protagoniste. Narra di un incontro, sta al lettore (alla fine) decidere se reale o illusorio, in una piccola isola con un faro abbandonato e una diga frangiflutti, lunga e bianca, proprio come un segno di gesso.

Per quanto il racconto possa sembrare lineare sino alle ultime vignette a una lettura superficiale, se letto con attenzione si noterà invece un profondo senso di mistero che avviluppa i nostri pensieri mentre scorriamo le pagine, la sensazione alquanto strana che l’autore ci coinvolga a tratti, in profondità, all’interno della storia e della psicologia dei personaggi, per poi estraniarci dal tutto, come se d’improvviso di trovassimo a guardare la vicenda da lontano, dall’alto… come i gabbiani.
Questa modulazione di sentimenti e di coinvolgimento del lettore è data anche dalla tecnica pittorica utilizzata da Prado, caratterizzata da profonde inflessioni cromatiche e di luce che creano o meglio suggeriscono al nostro cuore il contesto emotivo del momento narrato.

Trovo inoltre notevole l’epilogo dell’autore, il quale ammette e spiega le infinite possibilità di lettura di questo fumetto, così come le difficoltà in cui potrebbe incorrere sia un lettore approssimativo sia un lettore desideroso di trovare la verità, il vero senso della storia.
Per quanto mi riguarda, direi che questa storia può essere adatta ad entrambi. Il primo probabilmente troverà un racconto romantico, malinconico e sensuale di fronte a sé, senza la necessità di porsi grandi domande. Il secondo invece sarà tentato di leggerlo una seconda volta, per scoprire dettagli casomai sfuggiti e per confermare la propria interpretazione dell’opera.
Io personalmente ho preferito fermarmi, non importa se la mia “versione dei fatti” sia quella corretta. Perché? Perché non voglio perdere, almeno per un po’, l’intensità delle emozioni, dei colori, della poesia e, perché no, delle illusioni che ho accumulato durante la prima lettura.

Ovviamente consigliato.

L’Annina

P.S. Per chi tiene conto di questo tipo di informazioni, soprattutto per scegliere, quest’opera è la più premiata del fumetto spagnolo. Ha infatti vinto:

  • 1993: Miglior libro dell’anno in Francia
  • 1994: Miglior libro dell’anno in Austria
  • 1994: l’Alph Art ad Angouleme
  • 1995: una Nomination all’Eisner Award

Oggi girovagando sul web alla ricerca di nuovi spunti, sono andata sul sito della 001 Edizioni per cercare alcune informazioni su un fumetto letto da poco e che spero di recensire degnamente… Nel frattempo, curiosando qua e là, ho trovato alcuni volumi che desidero suggerirvi, sperando possano cogliere il vostro interesse.

Vi piacciono i thriller avvolti dal mistero? Ecco a voi due volumi interessanti:

  • Jack lo squartatore e altri delitti
    Arriva in Italia la serie USA dedicata ai più famosi casi di omicidi del XIX secolo, raccontati da Rick Geary in maniera minuziosa. In questo ricco volume presentiamo alcuni casi che hanno riempito le prime pagine dei giornali dell’epoca e interessato tutta la popolazione, attenta a seguirne le indagini e i processi con morboso interesse.
    Molti di questi omicidi sono stati dimenticati, altri restano ad oggi ben noti come la vicenda di Jack lo Squartatore, l’assassino vittoriano per eccellenza. Conoscerete i Blenders, la prima famiglia di assassini seriali degli Stati Uniti d’America, il caso dell’abominevole signorina Pearce e i crimini del dottor E.W. Pritchard. Per chi ha amato From Hell di Alan Moore una cronaca entusiasmante che vi coinvolgerà.”
  • La bestia di Chicago e altri delitti
    Continuano i resoconti a fumetti di Rick Geary sui grandi delitti e serial killer dell’epoca vittoriana.Come è possibile che, in una città come Chicago alla fine del XIX secolo, un uomo di nome H.H. Holmes abbia potuto uccidere metodicamente più di 200 persone nella sua casa degli orrori? In questo volume si farà luce anche su altri due delitti. Scopriremo i dettagli dell’assassinio di James A. Garfield, 20° Presidente degli Stati Uniti d’America, dopo il cui omicidio, nel 1881, non fu più lasciato ai Presidenti americani il compito di valutare personalmente le richieste di lavoro alla Casa Bianca. Seguiremo inoltre tutte le fasi del processo a Lizzie Borden, accusata di aver ucciso il padre e la matrigna, nel 1892. Una vicenda che sconvolse la società borghese di Fall River, nel Massachusetts e che fu seguita con morboso interesse dai giornali dell’epoca. Tornano le appassionanti ricostruzioni storiche di Rick Geary.

E love story tra il comico e l’horror?

  • Bugs, gli insetti dentro di me
    Ulisse è un ragazzino con l’hobby dell’entomologia e vittima costante di bullismo da parte dei suoi coetanei. Ma un giorno, un 16 giugno, i suoi persecutori vengono messi in fuga da una strana bambina di nome Circe, che fa merenda con cavallette vive e che bacia Ulisse decidendo che sarà l’uomo della sua vita. Ulisse va a fare conoscenza dei genitori della bambina, e quello che scopre sul loro conto è così sconvolgente da fargli ripudiare la sua passione per gli insetti. Passano gli anni, e Ulisse è entrato a far parte dei Disinfestatori, uomini che hanno fatto della lotta agli insetti la loro ragione di vita e che seguono regole ferree come quelle di un clan yakuza. Un giorno, ancora un 16 giugno, Ulisse viene chiamato a compiere un intervento… e quello che gli succede sconvolgerà la sua vita, stavolta definitivamente. Perché Ulisse ricorda ancora come è stato quel 16 giugno di tanti anni prima, quando si sentiva gli insetti nella pancia. “Quando ho sentito gli insetti dentro di me”.

Volete fare un tuffo nel passato, tra humor e dolce malinconia?

  • Pioggia d’estate
    Strutturato in brevi e fulminanti episodi, il giovane fumettista palermitano sfrutta alcune esperienze personali per dipingere un affresco della sua generazione, dall’arrivo del Commodore 64 agli Exogini, dalle sigle dei Cavalieri del Re ai primi fumetti collezionati, dai Transformers costruiti con la carta, alle specialità gastronomiche della sua città, alternando situazioni umoristiche a momenti più poetici e riflessivi. Lo spunto è quello di raccontare, innalzandoli, quei piccoli eventi che non si inserirebbero abitualmente in un’autobiografia, ma che invece fanno strettamente parte della vita e della formazione di ognuno di noi, continuando magari a ricordarli negli anni durante le riunioni fra amici. Dunque, non troverete descritti i primi amori, ma potrete leggere lunghe descrizioni dell’amore di Sergio per Moebius, della vendita di casa di sua nonna o del suo Liceo Artistico.

Suggerimenti più colti?

  • Indignados! Suggerimenti per una ri(e)voluzione
    Tutto quello di cui parliamo in queste pagine l’abbiamo fatto senza fine di lucro, per iniziare a diffondere positivamente le idee e lo spirito degli Indignados. Speriamo che in molti ci leggano e capiscano la profonda trasformazione sociale che sta accadendo in tutto il mondo. Alla fine anche questa graphic novel l’abbiamo fatta cercando di rendere il mondo un posto migliore, in questo siamo (speriamo) tutti d’accordo.” Un volume che unisce storie a fumetti e interventi scritti di docenti universitari, giornalisti ed economisti. Tante idee e stili che si fondono sotto la bandiera della piazza in rivolta. Tra gli autori che partecipano al progetto ricordiamo tra i tanti Paco Roca, Carlos Gimenez, Miguel Gallardo e Pere Joan.
  • Pascin
    L’autore Joann Sfar ha una vera passione per il pittore Julius Pinkas, detto Pascin. Ma invece di raccontare una biografia di questo pittore, poco conosciuto della Parigi degli anni Venti, sceglie una strada innovativa: romanzare la sua vita, camminare di traverso e vagabondare nel campo del possibile e delle ipotesi, restituendo un Pascin vivo e costituire così il mezzo ideale per sviluppare i temi più cari a Sfar, la creazione artistica, l’amore e il sesso. Infatti, in questa graphic novel, il sesso ha una parte importante, talvolta al limite della pornografia quando descrive la vita di questo pittore libertino in una Montmartre dominata da modelle, puttane, bordelli, gangster e pidocchi. In alcune pagine si potrebbe pensare di leggere Henry Miller o Gertrude Stein. Un lavoro terribilmente seducente che rende alla perfezione l’atmosfera di quel tempo, che restituisce il sapore di ogni strada, di ogni incontro nella Parigi bohémien. Pascin è unanimemente considerato l’opera più matura, personale e viva di Joann Sfar.
  • Segno di gesso
    In un’isola in mezzo al mare, non segnata su nessuna carta, troneggia un imponente faro. Intorno ad una locanda, unico segno di vita del luogo, si muove un gruppo di personaggi che cercano di ricostruire le loro vite in crisi. Le loro storie si riannodano e si sciolgono nello spazio minimo,esistenziale dell’isola.”
  • Fueye
    1916. Una nave salpa dall’Italia e naviga per quaranta giorni. Al suo interno, centinaia di italiani diretti a Buenos Aires, dove ha inizio la storia di Antonino e di suo figlio Horacio. Vivranno sulle note del tango il processo di cambiamento sociale, politico e culturale che l’immigrazione europea conobbe in Argentina all’inizio del Ventesimo secolo. La storia è scandita in tre momenti focali della vita di Horacio: dalle prime lezioni di piano all’amicizia con El gordo, suonatore di tango, che anima le feste dei ricchi politici e mafiosi. La vita di Horacio trentenne, maestro di piano che spasima per una donna di una classe sociale superiore. E il 1968 periodo di grandi mutamenti della società. Fueye è tango, solitudine e passione.

Ieri sera mi sono partata a casa i compiti… Vari manga, una storia di Batman, un paio sui vampiri, Casanova, etc… Lo scopo sempre lo stesso: diffondere il fumetto sotto ogni sua forma e genere.

Oggi eccomi qua a riportare tre brevi recensioni sui manga letti oggi:

  • Di(e)ce
    Questa nuova storia della collezione Shonen Go! edita da GOEN a fine Novembre riporta in fumetteria il filone di Battle Royale, in questo caso più misterioso e soprannaturale. Bisogna però dire che, a differenza del fumetto citato, Di(e)ce è sicuramente più vicino a un gusto tipico del pubblico femminile (o degli amanti del genere yaoi), dato il carattere dei personaggi e l’ambiguità presente nei dialoghi e negli sguardi.
    Detto questo, cosa dire della storia e dei disegni? Il racconto ha un ritmo veloce, che coinvolge immediatamente il lettore… senza però dargli le informazioni necessarie per comprendere appieno la trama. I personaggi infatti non sono caratterizzati in modo distintivo e in alcuni punti sembra di essere stati vittima di un salto temporale che ingarbuglia ancora di più il tutto. Non si comprende bene infatti l’evolversi dell’intreccio, il perché, il rilievo dato a personaggi in teoria secondari (senz peraltro spiegarne “l’origine”)… Speriamo che nei prossimi numeri (6 in totale) la storia e i personaggi vengano sviluppati per dare una maggiore organicità e semplicità al fumetto.
    Per quanto riguarda i disegni, il tratto è molto fine, delicato e preciso, in forte contrasto con le scene di pura azione, in cui il nero e i tratti delle linee sono decisamente più caricati. Lo stile con cui sono disegnati i personaggi, inoltre conferma ancora una volta l’affinità di questo fumetto a un pubblico shojo o yaoi.
    Per finire, credo che questo fumetto mi abbia angosciato per la totale assenza di paura, di coscienza e di umanità che mostrano sia il protagonista (che ragiona come un personaggio virtuale) che il suo compagno. Nel primo caso, mi domando cosa possa portare una persona a gioire all’idea di uccidere. Nel secondo caso, mi sembra assurdo il suo predicar bene e razzolar male, con una freddezza forse più angustiante del primo. Spero davvero che questi due ragazzi non diventino il mito di nessuno.
  • Triage X
    Che dire di questo manga? Scusate la sincerità, ma seguirò il consiglio di un nostro abbonato, che per altro già legge l’altra opera di questo autore, Highschool of the Dead (ebbene sì Emanuele ;P). Questo fumetto può piacere a chi cerca una pura distrazione, caratterizzata da tanti seni e fondoschiena strabordanti e da scene di azione assolutamente esagerate. Per carità, la trama ha una sua struttura: vi sono i famosi 5 punti (chi, che cosa, dove, quando e perche) … ma il tutto sembra comunque un ammasso di idee usate semplicemente per giustificare la messa in mostra di corpi super sexy e armi super accessoriate.
    Cosa posso dire di positivo?
    La cura per i dettagli: uniformi, vestiti, armi, accessori e la moto (soprattutto) sono sempre rifiniti in ogni particolare.
  • Amnesiac Kid’z
    Devo dire che la trama di questo fumetto, almeno per quanto concerne il primo numero, ha una trama interessante. Questo fumetto mostra sin dalle prime vignette un’idea accattivante, personaggi ben caratterizzati e soprattutto intriganti, che riescono a mettere in dubbio la distinzione che sempre tentiamo di attuare: buono o cattivo?
    Il protagonista assomiglia, per intelligenza, sottigliezza e ambiguità, a Lelouche di Code Geass, ma l’autore mantiene su di lui un sottilissimo velo di mistero che invoglia a scoprire di più, incuriosisce e ti porta a desiderare l’arrivo del numero successivo.
    Devo dire però che ho un dubbio: come farà l’autore a svolgere e portare aconclusione questa storia, in soli 3 volumi? Mi sembra sinceramente troppo complessa… Spero di non rimanere delusa alla fine!
    Anche i disegni meritano attenzione: tratto molto pulito, dettagli curati e personaggi molto ben caratterizzati. Devo dire, in conclusione, non male.
    Secondo voi? È possibile che perdere la memoria possa aiutare DAVVERO a ricominciare una nuova vita? casomai più serena?

 

P.S. Per quale motivo ho inserito nel titolo la parola solitudine? Perché credo che questo sia il sentimento che accomuna i protagonisti di questi tre fumetti. Tutti hanno paura di sentirsi soli, eppure tutti non riconoscono gli affetti che li circondano. Triste, no?

L’Annina

 

Buongiorno a tutti!

RW Edizioni ieri ha postato un aggiornamento sulle uscite e le novità editoriali proposte come nuovo licenziatario DC. Vi riporto in sintesi quanto dichiarato sul loro sito:

  • L’edizione deluxe di SANDMAN continuerà a partire da marzo con il terzo volume.
  • BATMAN: ARKHAM CITY. Questa miniserie, al contrario di quanto precedentemente annunciato,  verrà conclusa dal vecchio licenziatario, Planeta de Agostini.
  • Per quanto riguarda STARMAN, ancora non si sa nulla.

Come regalo di Natale, però, la Lion ci omaggia di un numero:

  • Uscirà infatti, sperano per Natale, Justice League n. 0, uno albo gratuito contenente una breve avventura della Justice League realizzata da Grant Morrison e Curt Swan.
    Se non dovessero farcela o non bastassero le copie, tranquilli. L’albo verrà comunque allegato ai cataloghi Mega e Anteprima.

Beh, spero possa esservi utile. Se desiderate avere maggiori dettagli, potete andare sul sito!

L’Annina

 

Oggi pomeriggio Messaggerie ha consegnato le novità GP publishing di questa settimana (dal 12 al 16 dicembre). Eccomi pronta ad elencarvi quanto è arrivato:

  • Detonation island n. 7
  • Devil devil n. 6
  • GP previews n. 11
  • I am a hero n. 3
  • Cloth road n. 6
  • Codename Sailor V n. 2 (disponibile anche in versione Deluxe)
  • Ninja life n. 11
  • Kolisch n. 8
  • Say I love you n. 7
  • Il cacciatore n. 3
  • Monster Allergy n. 3
  • Il gatto con gli stivali

Buona lettura a tutti e… passate a ritirare!!!

L’Annina

Questa settimana sono arrivati tantissimi fumetti! A voi la scelta:

  • Star Comics
    – Dr. Morgue n. 5
    – Steel ball run n. 23
    – Utsuho n. 2
    – Crimson hero n. 20
    – One piece new edition n. 47
    – To love-ru n. 11
    – Thermae Romae n. 2
    – The breaker n. 4
  • Bonelli
    – Dampyr n. 141
  • Edizioni BD
    – Freakangels n. 5
  • Goen
    – Lady!! n. 6
  • Planet manga
    Amnesiac Kid’z n. 1
    – Buonanotte Punpun n. 6
    – Full metal alchemist gold n. 27 (disponibile anche la versione Deluxe)
    – I cavalieri dello zodiaco Lost Canvas n. 46
    – I signori dei mostri n. 11
    – Kiss of Rose princess n. 6
    – High school of the death n. 7
    – Monster Deluxe n. 8
    – MPD Psycho n. 15
    – Raqiya n. 3
    – Real n. 10
    – Spice & wolf n. 2
    Triage X n. 1
  • Marvel
    – Fantastici Quattro n. 327 (disponibile anche con taccuino)
    – Marvel collection n. 18
    – Marvel mix n. 97
    – Red Sonja: dinastia di sangue
    – Ultimate comics n. 9 (X-men n. 2)
    – X-men Deluxe n. 201

È arrivata in fumetteria anche la ristampa “Marvel gold: X-men massacro mutante vol. 2“. Chi l’ha ordinato lo troverà sicuramente in casella! 🙂

Ragazzi.. oggi abbiamo creato nuove serie manga complete in vendita tutte per voi!

Questo slideshow richiede JavaScript.

Play Press publishing

  • Ufo Baby I° serie: € 30,00
  • Ufo Baby I° serie: €4,00
  • Peach girl: € 35,00

Panini Comics

  • Febbre del cuore: € 29,00
  • Galaxy express 999: € 65,00

Star Comics

  • Happy mania: € 20,00
  • Baci rubati: €7,00
  • Strofe d’amore con volume speciale: € 40,00

Soldier Zero Stan LeePronti per una nuova recensione? Stasera provo a toccare la nuova creatura di Stan Lee: Soldier Zero.
Inizio col riportare la sinossi fornita da Panini Comics e a fornirvi un link trovato sul web per visionare una breve anteprima:

Stan Lee dà vita a una nuova linea a fumetti! Il creatore dell’Universo Marvel collabora con Paul Cornell (Superman) e il disegnatore Javier Pina (Batman) per una rivoluzionaria avventura di supereroismo moderno. Quando un parassita alieno cade sulla Terra, un veterano di guerra costretto su una sedia a rotelle si ritrova con poteri superumani. Coinvolto in una guerra galattica, Stewart Travers difenderà la prima linea come Soldier Zero. Metà umano, metà alieno… tutto armi!”

Ora passiamo alla recensione… Ehm-ehm…

Devo dire che lo sceneggiatore, Paul Cornell, ha fatto un ottimo lavoro nella presentazione e la caratterizzazione dei personaggi principali, che suppongo saranno protagonisti per tutto il resto della storia. Non è la prima volta che veniamo posti di fronte a supereroi con disabilità (primo fra tutti Devil)… è forse però la prima volta che viene esaminato a fondo il rapporto del protagonista con la sua situazione e, soprattutto, con il mondo esterno (sempre pronto a compatire, ma mai a capire).
Le scene di azione sono scarse in questo primo volume, ma trovo originale e soprattutto utile che per una volta venga narrata all’inizio la genesi di tutto, da dove arrivail Soldier, come “funziona” e qual’è il suo scopo. Il che promette maggiori sviluppi e più azione nei prossimi volumi, vissuti in maniera più consapevole dai lettori.
Anche da un punto di vista grafico ritengo che questo fumetto sia di qualità. Javier Pina offre ai nostri occhi un disegno dal tratto pulito, in cui i singoli personaggi sono ben caratterizzati e le scene d’azione di sicuro effetto.

Difetti?
Lo ammetto. A volte i dialoghi in cui si tratta della disabilità del protagonista sono un po’ lunghi e forse melensi, anche se penso che siano utili per comprendere il conflitto che caratterizzerà il rapporto tra Stewart Travers e il suo ospite… oltre che con se stesso. Spero ovviamente che nei numeri successivi il tema venga trattato meno per dare maggiore spazio all’azione!

In conclusione… ritengo che questo possa essere una nuova interessante esperienza per gli amanti dei supereroi e, dato il periodo, un buon regalo di Natale per chi vuole introdurre un amico o chicchessia a questo genere di graphic novel!

L’Annina