Posted on Lascia un commento

Sabato di festa al Tau Beta!

Buongiorno a tutti!
Domani ultimo Sabato di festa per i nostri 23 anni… e che sabato!

Per non farvi mancare nulla, abbiamo abbinato un evento e un’occasione per fare affari! Nel dettaglio:

SABATO 24 FEBBRAIO
a partire dalle 16
MOSTRA e PRESENTAZIONE 
del Fumetto “Il mio amico incubo!
Saranno presenti gli autori, i Silly Nostalgic Kids, per firme e sketch!

E oltre a questo…

SABATO 24 FEBBRAIO 
Sconto 15% su tutto, fumetti e gadget (escluso l’usato)
Ecco qualche chicca che potrete trovare…


Vi aspettiamo numerosi!

Posted on Lascia un commento

“Il mio amico incubo” al Tau Beta!

Siamo lieti di ospitare un evento dedicato ai più giovani, ma anche ai grandi che apprezzano ancora sognare e sentirsi bambini!

SABATO 24 FEBBRAIO, dalle 16
ospiteremo il team che ha realizzato “Il mio amico incubo”!
Vi aspettiamo numerosi insieme ai vostri giovani nuovi o futuri lettori!

Adeline e Burrito, due improbabili amici che è impossibile non amare. Un volume unico adatto a un pubblico giovane di bambini e ragazzi eppure perfetto anche per i lettori più adulti, amanti del bel fumetto.

Il mondo di Adeline, cupa e solitaria dodicenne, viene stravolto dall’incontro con Burrito, misteriosa creatura del mondo degli Incubi dal carattere solare ed entusiasta. Il viaggio attraverso la città verso un concerto metal cambierà per sempre le vite di entrambi.

Su Staynerd.com trovate maggiori dettagli con intervista agli autori!

 

Posted on Lascia un commento

Trinità e Bambino al Tau Beta!

SABATO 10 FEBBRAIO

TAU BETA è lieta di ospitare la mostra e la presentazione di:
“Trinità e Bambino – Il bordello di New Orleans”
di Alberto Baldisserotto e Leonardo Baldelli ed edito da Shockdom

L’evento si presenterà con un’esposizione delle tavole originali del fumetto e un incontro di presentazione del fumetto… ovviamente seguito da una sessione dedicata a firme e sketch!

Prenotate la vostra copia!

Vi aspettiamo numerosi! 🙂

“Tornano i due eroi portati sul grande schermo dalla mitica coppia Bud Spencer e Terence Hill in un racconto a fumetti che i due grandi attori hanno approvato e voluto. Un volume che è anche un omaggio, da due veri fan, al grande Bud.

“E nostra madre come sta?”,
“Come al solito, ha qualche acciacco”.
“Dove diavolo sta?”,
“A New Orleans, dirige un bordello”.
“Parlavo della pallottola”.

Con questo breve scambio di battute, dal primo film di Barboni si respira già l’aria di un’infanzia di Trinità e Bambino. Cosa può essere accaduto laggiù? nella Crescent City, come la chiamano tuttora (perché, vista dall’alto, ha la forma di una Luna crescente)? Siamo qui in una New Orleans cupa e affollata. 1857. E Trinità e Bambino non son già più giovanetti. Il bordello in questione, per di più, non è quello di loro madre. Vi vanno per regolare un conticino in sospeso, e si trovano praticamente nel mezzo di un omicidio. Si scatenerà un meccanismo investigativo verso cui i nostri non esiteranno a scegliere di rimanerne coinvolti: ovviamente attratti da una certa qual “grana”, che sembra aver mosso gli interessi di ben altri individui oltre loro.”

Posted on Lascia un commento

Tau Beta presenta “Le origini dell’animazione italiana”

Voi pensavate che a Pasqua saremo stati tranquilli, eh?

Invece no! Ecco a voi l’annuncio ufficiale del nuovo evento organizzato da Tau Beta, in collaborazione con Tunué e con l’autrice del libro, ovviamente!

Raffaella Scrimitore  è una trentenne cultrice di cinema d’animazione. Una studiosa che genere,  che è riuscita a trasformare questa sua passione in una professione vera e propria (insegnante presso la Statale di Milano oltre che curatrice di retrospettive e mostre per diversi festival di cinema di animazione).

E io e Giovanni siamo davvero lieti (oltre che personalmente interessati all’argomento) di ospitare la presentazione del suo nuovo libro:

 “Le origini dell’animazione italiana”.

SABATO 13 APRILE
Ore 16.00
Fumetteria Tau Beta – via Pavoni 5 – 20900 Monza

L’autrice ovviamente avrà la possibilità di presentare la sua opera e di spiegare di cosa tratta. Una volta conclusa la presentazione e risposto a vostre eventuali domande, sarà possibile acquistare una copia del volume e richiedere una dedica.

Per chi desiderasse maggiori informazioni su ciò che andremo a presentare, troverà qui di seguito una breve presentazione del volume, tratta direttamente dal sito della casa editrice:

animaz_ita_cover_storeIl saggio di Raffaella Scrimitore colma una lacuna della nostra cultura cinematografica, rivolgendo l’attenzione alla storia, agli autori e ai film d’animazione realizzati in Italia tra il 1911 e il 1949.

Comunemente infatti si pensa a I fratelli Dinamite e a La rosa di Bagdad (entrambi del 1949), come i primi film d’animazione realizzati in Italia, eppure c’è stata una vasta produzione, nei quarant’anni precedenti, di sperimentatori ed esploratori di questa cinematografia.

Le origini dell’animazione italiana, con la prefazione di Giannalberto Bendazzi – uno dei massimi esperti al mondo del cinema d’animazione-analizza per la prima volta questo patrimonio, grazie alla ricerca in importanti archivi come quello dell’Istituto Luce.

 

Infine, per chi desiderasse maggiori informazioni sull’evento 0 volesse prenotare il libro anticipatamente, può contattarci in negozio.

A presto!

L’Annina

Posted on Lascia un commento

Lettera aperta a tutto “Fumetto”

 

Cari autori, disegnatori, editori & Co…

Tau Beta è una fumetteria nata 18 anni fa da due signori appassionati di fumetto. Due collezionisti frequentatori di mercatini e veri conoscitori della storia del Fumetto, che hanno cresciuto ed educato molti clienti con chicche introvabili e storie meravigliose su di esso e la sua evoluzione nel tempo.
Recentemente Alberto, uno dei due soci, ha deciso di lascare il negozio in mani più “giovani e appassionate”. E’ nata così la la nuova società Tau Beta, formata da Giovanni (già socio di Alberto) e Anna, prima semplice blogger e amica di entrambi… Oltre che vera amante di questa arte!

Perché vi scriviamo?
Perché ora abbiamo tanti progetti e tante energie, tutti con due sole finalità: migliorare al massimo il servizio e incentivare e promuovere il Fumetto.
Desideriamo trasformare il negozio in un punto di riferimento per tutti, dando nuova vita alla libreria e trasformandola in un luogo di incontro e di confronto tra i vari artisti del fumetto e tra essi e il pubblico di riferimento.
Vorremmo ci conosceste e prendeste in considerazione il Tau Beta come il negozio in cui potrete sempre trovare massima disponibilità per presentare nuovi progetti e autori esordienti, così come quelli più affermati.

Con la speranza che vogliate ricontattarci, vi auguriamo Buon lavoro!

Anna e Giovanni
Tau Beta snc
via Pavoni, 5 – 20900 Monza (MB)
Tel: 039 360.278
E-mail:
info@taubeta.it
Sito web: www.taubeta.net

Posted on Lascia un commento

Invito ufficiale alla festa del Tau Beta!

Questa mattina, appena connessa a Internet, accedo a Facebook e dopo pochi secondi ricevo un messaggio da Roberta Ingranata, la quale sin dal primo invio ha reso la mia giornata davvero allegra.
Non sto esagerando, dico sul serio.
La sua gentilezza e la sua proposta mi hanno dato nuova energia per fare tutto al meglio … è sempre bello vedere che questo mondo, quello del Fumetto, è ancora pieno non solo di grandi artisti, ma anche di uomini e donne umanamente eccezionali!

Vi chiederete di cosa si tratti… Beh, ve lo svelo subito!
Roberta si è offerta di realizzare l’invito ufficiale alla festa per il compleanno del Tau Beta…
E come non accettare???
Ma soprattutto, come non postare ovunque e con entusiasmo un lavoro così ben fatto, per di più in poco tempo?

GRAZIE ROBERTA!

L’Annina

532018_10200716851830120_961447959_n

Posted on Lascia un commento

Gennaio 2013: Paperbooks interessanti Parte 3

E con questo concludiamo le previews.. in attesa della prima checklist dell’anno!
In questo articolo ho inserito anche due saggi secondo me interessanti… Date un occhio e decidete!

Nona Arte

  • Prince Valiant vol. 1 – 1937/1938
    Arriva in Italia l’edizione cronologica e definitiva di uno dei capolavori del fumetto mondiale. Partendo dalle primissime tavole, tutte completamente restaurate per l’occasione, il lettore può tornare ad ammirare la saga di Prince Valiant, perdendosi nel mondo fantasy arturiano immaginato da Hal Foster.

 

Galleria dell’Arco Edizioni

  • The Art of Pasquale Frisenda
    Inedita e bellissima raccolta di illustrazioni di Pasquale Frisenda. Numerata e firmata dall’autore. Contiene immagini di Tex, Ken Parker, Magico Vento, Brendon, omaggi  a personaggi Marvel  e ad altri grandi autori. Tiratura di 200 copie.

 

Nicola Pesce Editore

  • Eccetto Topolino
    Lo scontro culturale tra Fascismo e Fumetti

    Questo saggio racconta la storia dell’editoria italiana a fumetti negli anni Trenta del Novecento : un approfondito dietro le quinte sull’avvento dei comics americani nel nostro Paese, sull’euforia collettiva per i grandi eroi dell’avventura (Topolino, Flash Gordon, L’Uomo Mascherato, Mandrake) e sulla violenta reazione che questa suscitò fra gli educatori e nel regime fascista, culminata con le proibizioni del 1938 che salvarono dal bando solo l’opera di Walt Disney. Correggendo i molti errori tramandati in tanti anni di pubblicistica specializzata, l’opera prende in esame i documenti finora inediti dell’archivio di Guglielmo Emanuel, agente del King Features Syndicate, e dello scrittore Federico Pedrocchi, autore di punta della Mondadori: ne esce uno spaccato inedito dell’Italia anni Trenta e dei giochi di potere legati al mondo dell’editoria, con protagonisti Benito Mussolini, William R. Hearst, Cesare Zavattini, Giovanni Gentile e molti altri (ibs.it)

Editrice la torre

  • Gothic Lolita. Storia, forme e linguaggi di una moda giapponese
    Questo libro si propone di analizzare i motivi che spingono i giapponesi a rielaborare e reintegrare nella cultura nazionale prodotti di origine straniera e approfondisce il processo comunicativo transculturale che essi mettono in atto mediante l’osservazione di quegli elementi vestimentali che hanno dato vita a una vera e propria subcultura giovanile femminile in Giappone: il gothic lolita.
Posted on Lascia un commento

Gennaio 2013: Paperbooks interessanti Parte 2

Buongiorno a tutti!
Ultimo giorno dell’anno, ultimi articoli dedicato alle anticipazioni di quanto uscirà a Gennaio 2013… come promesso tutti dedicati alle grafic novel e non solo.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Panini 9L

  • Dalì secondo Baudoin
    Un genio inafferrabile, un artista capace di esplorare universi enigmatici, vicinissimi eppure remoti: l’eccentrica vita di Salvador Dalí, con tutti gli eccessi e le follie che lo hanno reso uno degli esponenti più rappresentativi dell’arte del Novecento, in una biografia a fumetti unica nel suo genere. Realizzato in collaborazione con il prestigioso Centro Pompidou di Parigi, questo volume è firmato da uno dei maestri del fumetto francese, Edmond Baudoin (Piero, Viva la Vida, Roberto), che ha interpretato la surreale esistenza di Dalí con il suo inconfondibile bianco e nero.

 

Coconino Press

  • Mister Wonderful
    Marshall, il classico americano di mezz’età a pezzi: un uomo solitario, un lavoro precario, un matrimonio fallito con una moglie infedele alle spalle. Dopo sei anni senza una donna, frustrato e pieno di paranoie, sta vivendo la sua piccola apocalisse personale. L’ultima speranza è un appuntamento al buio combinato dagli amici. Marshall incontra Natalie, bella e infelice 39enne, anche lei col suo fardello di problemi: una relazione precedente andata a rotoli, una lieve tendenza alla bulimia…

 

F.C. Panini

  • Nel bosco della Baba Jaga – Fiabe dalla Russia
    Una raccolta di fiabe di animali, di magia, di meraviglie, sferzate dal vento e dalla neve, che incarnano l’anima e il cuore della poliedrica Russia. Un albo illustrato che attraverso la sensibiità di grandi a rtisti racconta le tradizioni di mondi lontani

 

Cagliostro E-press

  • Un anno dopo
    Jack Plant e Max Duarte sono in macchina, in viaggio verso Cactus City. Il presidente li aspetta. Ma Jack è tormentato. Alabama non c’è più e Jack rivive quello che è successo alla donna che amava. Un anno dopo, tra sesso sangue e pallottole, arriva il momento in cui il destino tira i fili e i fantasmi ritornano. La storia raccontata da Joachim Tilloca è un pulp, è nitroglicerina pura, è Shakespeare che si fa una partita a poker con Quentin Tarantino Dashiell Hammet e Mickey Spillane. Questo volume ha vinto il concorso “Fumetto nel cassetto 2012”.

 

PRO GLO Edizioni

  • 48 bis – All’inferno e ritorno
    Sono passati cinque anni da quando Corrado Carloni, per un errore burocratico, si è trovato faccia a faccia con la Morte. In quell’occasione, la paura e l’stinto di sopravvivenza ebbero la meglio, ma oggi Corrado non è più così sicuro. La sua vita, fatta di noia e continue umiliazioni, è diventata troppo difficile da sopportare. Corrado inizia così a pedinare la Morte, come un vero stalker, per potersi concedere l’eterno riposo che prima aveva rifiutato. Ma quando riuscirà nel suo intento, Corrado scoprirà che le apparenze a volte possono ingannare… In 48 bis – all’Inferno e ritorno continuano le peripezie di un uomo sempre al confine fra la vita e la morte, in un susseguirsi di gag spassose e tanti colpi di scena, per il divertimento di grandi e piccini.

 

Comma 22

  •  Dal Tanganika al Khyber
    Dalla matita di Attilio Micheluzzi, due racconti – L’uomo del Tanganyka e L’uomo del Khyber – apparsi alla fine degli anni Settanta nella Collana “Un uomo un’avventura” prodotta dalle edizioni Cepim (oggi Sergio Bonelli Editore). Guerre di ieri e di oggi, dunque, filtrate attraverso la sensibilità del grande artista grafico: una ambientata durante la Grande Guerra con la contrapposizione di tedeschi e inglesi in territorio africano, l’altra nel 1979 nel leggendario passo del Khyber, corridoio nevralgico del potere dell’Impero Britannico in India. Due storie accomunate tanto dall’incredibile lavoro di ricerca storiografica e dalla ricercatezza del dettaglio grafico, quanto da un senso di perenne non appartenenza e sradicamento. I personaggi di Micheluzzi sono tutti personaggi di frontiera, stranieri in qualsiasi luogo essi si trovino. E in questo aspetto della sua opera, è facile rivedere la condizione di Micheluzzi, istriano di nascita, a cavallo tra due mondi.
Posted on Lascia un commento

Riletture: L’ultima tentazione

Ogni tanto mi piace chiudere gli occhi davanti alla mia libreria e selezionare un fumetto a caso… E questa volta mi sono ritrovata davanti a L’ultima tentazione di Gaiman e Zulli.
L'ultima tentazione di Neil Gaiman e Michael ZulliNon è una novità, tutt’altro, ma ammetto che nella mia memoria non vi era traccia dell’esistenza di questo volume… E forse ho capito il perché.
Nonostante i favolosi disegni di Zulli, la storia scritta da Gaiman – in occasione dell’uscita di The Last Temptation di Alice Cooper –  sembra una di quelle brevi novelle che si sentono raccontare dai ragazzi di sera, per spaventare le “femminucce” e i propri amici. Ma ammettiamolo, non sono mai terrificanti.
Alcuni potrebbero certamente trovarvi una morale ed effettivamente ce ne esiste una. Il messaggio trasmesso ti insegna quanto sia giusto, per quanto arduo, scegliere di crescere e affrontare la propria vita nonostante tutto… Ma la poesia e la mordacità  a cui ormai Gaiman ci aveva abituato qui non compare. Volutamente, a detta sua…
“La mia intenzione era creare qualcosa che fosse, essenzialmente l’equivalente fumettistico di una serie di singoli pop: niente di troppo profondo né di troppo ambiguo”…

.. Rimane il fatto che consiglio questo volume solo a quei fan così affezionati ad Alice Cooper o a Neil Gaiman da  non poter fare a meno di avere questo pezzo nella loro collezione. Chiunque invece cerchi una storia accattivante e spigliata (dell’horror o meno), farà bene a rivolgersi altrove.
L’Annina

Posted on Lascia un commento

Saluto a due Maestri

In poche settimane il mondo del fumetto ha subito gravi lutti.
Tutti coloro che appartengono a questo mondo – fan, lettori o autori che siano –  in questo momento stanno salutando due Maestri protagonisti della Storia del Fumetto: Joe Kubert (1926-2012) e Sergio Toppi (1932-2012).

Io non posso che pubblicare la notizia e fare le mie condoglianze, non me la sento di scrivere biografie o recensioni.
Mi auguro però con tutto il cuore che quante più persone possibili decidano di scoprire il mondo di questi due geni, soprattutto i più giovani che forse, presi dalla moda del made in Japan e di tutto ciò che è la moderna Marvel, non hanno avuto modo di conoscerli.